Reggio Calabria : E' la mamma del bambino a non voler far vedere il figlio al padre, inaccettabile la diffamazione di cui è stato oggetto da parte del legale della donna, questo padre.

Reggio Calabria : E' la mamma del bambino a non voler far vedere il figlio al padre, inaccettabile la diffamazione di cui è stato oggetto da parte del legale della donna, questo padre.
}}

Reggio Calabria 5 Novembre 2021, inaccettabile il pubblico attacco violento perpetrato ai danni dell’uomo di Reggio Calabria, che da quasi un anno è impossibilitato a vedere il proprio figlioletto, in quanto la madre glielo impedisce, pur essendoci precisi provvedimenti da parte del Tribunale dei minori.

Per giustificare la mancata ottemperanza alla disposizione dei giudici la donna, attraverso il suo legale, ha scelto di denigrare pubblicamente l’uomo, pronto a tutelare la propria onorabilità nelle sedi opportune.

"Veramente inconcepibile che la madre e il suo legale si scaglino contro di noi" dichiara l’avvocato Miraglia, che difende questo padre "rei, a loro dire, di aver leso il bambino rendendo pubblica la vicenda: a parte che non ci sono estremi per risalire all’identità del piccino, assai diverso è il comportamento adottato da loro, che si scagliano con una serie di accuse infamanti nei confronti dell’uomo, che alcuna attinenza hanno con la vicenda in questione: qui si tratta del sacrosanto diritto di un bambino a vedere il proprio padre, come lo stesso Tribunale dei minorenni di Reggio Calabria ha ben espresso nel provvedimento emanato lo scorso settembre.

Il Tribunale, infatti, ha espressamente dichiarato che "deve essere garantito il diritto del minore a mantenere i rapporti con entrambi i genitori, atteso che l’assenza prolungata del tempo di uno dei due dalla vita di un fanciullo, potrebbe rivelarsi pregiudizievole per quest’ultimo".

"La madre ha chiaramente disatteso questo provvedimento" prosegue l’avvocato Miraglia "e il suo legale ben lo sa dal momento che ha comunicato lui stesso ai Servizi sociali che la donna non avrebbe portato il figlioletto agli incontri previsti in spazio neutro".

"Tanto che i Servizi sociali, stante il “netto e reiterato rifiuto” della madre ad accompagnare il bambino agli incontri stabiliti con il padre, si sono visti costretti a comunicarlo ufficialmente al Tribunale".

Sulla vicenda si è inserita anche l’avvocato Francesca Panuccio, che ha criticato la “dimensione spettacolare data alla vicenda”.  

"Spesso abbiamo assistito alla risoluzione di una vicenda solo dopo che ne è stata data pubblica notizia" conclude l’avvocato Miraglia, "come se fosse l’unico modo per smuovere qualcuno a fare il proprio dovere: in uno stato di diritto così non dovrebbe essere, poiché ognuno dovrebbe fare il proprio dovere indipendentemente dalle lodi o dal biasimo che ne può ricevere".

"A questo proposito, dal momento che l’avvocato Panuccio è spesso coinvolta nei procedimenti che riguardano i minori come tutore o curatore nominata dal tribunale per i minori di Reggio Calabria, anziché commentare la vicenda la invitiamo ad adoperarsi affinché il sistema della giustizia minorile finalmente funzioni e i genitori non si trovino costretti a rendere pubblica la propria vicenda per cercare di ottenere un briciolo di giustizia e l’adempimento di un provvedimento dello stesso Tribunale dei minorenni".

Ci uniamo a quanto detto dall'avvocato Miraglia, e invitiamo ogni avvocato a denunciare questi accadimenti a mezzo stampa, sempre nella piena tutela del minore, perché a differenza di chi li considera dimensioni spettacolari, si tratta d'ingiustizie e di leggi non applicate, provvedimenti di un Tribunale che vengono elusi, impedendo ad un bambino di vedere il loro padre o la loro madre, a seconda dei casi.

Certe cose non devono rimanere nascoste la verità deve sempre emergere sempre, con la speranza che certe ingiustizie smettano di esistere.

Ecco il primo articolo relativo ai fatti :

Reggio Calabria : Servizi Sociali disattendono le disposizioni del Tribunale, da circa un anno e mezzo un padre non vede il proprio figlio, Avvocato Miraglia : “Ma a chi deve rivolgersi quest’uomo se non all’autorità giudiziaria : a Papa Francesco ?”
Reggio Calabria [http://www.comune.reggio-calabria.it/on-line/Home.html] 29 Ottobre, “a Reggio Calabria siamo di fronte a un caso Bibbiano 2.0” dichiara l’Avvocato Miraglia. Il sistema “difettoso” degli allontanamenti dei minori dalle famiglie a Reggio Calabria ha assunto una piega particolare, q…

Dalla stessa Categoria