Mamme contro la sottrazione di minori, 24 Settembre Presidio alla Procura della Repubblica di Torino

Mamme contro la sottrazione di minori, 24 Settembre Presidio alla Procura della Repubblica di Torino
}}

Torino 18 Settembre, le associazioni MaternaMente e MovimentiAMOci Vicenza, vogliono promuovere la loro iniziativa a tutela delle madri e dei loro bambini, vittime di allontanamenti coatti, dovuti a relazioni spesso forvianti da parte dei Servizi Sociali, volte a stravolgere il valore del legame materno, senza tenere conto dell'articolo 31 della nostra Costituzione.

"Ci riuniremo in Presidio, come donne e madri, di fronte all’ingresso del Palazzo di Giustizia di Torino (Corso Vittorio Emanuele II, 130) il giorno 24 settembre 2021 dalle ore 10.30 alle ore 13.00".

"Ci rivolgiamo alla Procura della Repubblica, appellandoci alle Sue funzioni di sorveglianza sull’osservanza delle leggi e sulla pronta e regolare amministrazione della giustizia e di repressione dei reati, così come previsto dall’articolo 73 del nostro ordinamento giudiziario".

Noi denunciamo

l’esistenza de facto di un sistema istituzionale che sistematicamente sottostima, svilisce, non conduce ad esito le denunce delle madri relative alla violenza subita in ambito intra-familiare, nonché le prove e testimonianze relative agli abusi ed alla violenza assistita subiti dai loro figli.

Il ricorso brutale e sempre più frequente ai prelevamenti coatti di minori, strappati alle loro madri, in assenza di qualsivoglia oggettivo e concreto pericolo per la sicurezza dei minori ed in contrasto con la volontà espressa dai minori stessi, in oggettivo spregio dell’articolo 403 del codice civile.

una situazione in cui madri e bambini vittime di violenza intrafamiliare non soltanto non sono adeguatamente protetti e tutelati, ma attivamente penalizzati dalle procedure giudiziarie      e dalle determinazioni assunte dai Tribunali

l’applicazione, di fatto, di un modello ferocemente patriarcale e quindi discriminatorio nei confronti delle donne,  nell’ambito delle procedure giudiziarie che ci riguardano e di tutte le azioni correlate di Enti Locali e Servizi Sociali, volto alla negazione del valore fondativo del legame materno (tutelato dalla nostra Costituzione all’articolo 31) e a ripristinare la patria potestà sotto l’etichetta di bigenitorialità. Tale modello ha trovato spazio nel nostro ordinamento giuridico grazie alla legge 54/2006, e le pratiche derivate dalla Pas (anche quando non nominata esplicitamente) ne costituiscono l’applicazione in ambito giudiziario.

Noi chiediamo alla Procura della Repubblica di TORINO

l’apertura di procedure ispettive su tutti i casi di prelevamenti coatti di minori determinati dai Tribunali Ordinari e dei Minori sul proprio territorio di competenza, con la verifica delle condizioni di legittimità e rispetto dei diritti umani dei minori relative ai medesimi

la verifica di eventuale presenza di elementi di "inquinamento ambientale" degli uffici giudiziari, valutando il corretto esercizio dell'azione giudiziaria da parte di magistrati e giudici del Tribunale di Torino

Il presidio si svolge nell’ambito della campagna nazionale Rivoluzione materna – IN PROCURA  che vedrà il coinvolgimento di diverse città italiane nell’autunno 2021

Le associazioni promotrici

MaternaMente                          MovimentiAMOci Vicenza

Per contatti: maternamente.official@gmail.com   INFO: https://fb.me/e/629NAZREs

Dalla stessa Categoria