Comunità lager sul litorale laziale, picchiati, sedati, costretti a rimanere nelle loro camere.

Comunità lager sul litorale laziale, picchiati, sedati, costretti a rimanere nelle loro camere.
}}

Roma 07 Marzo 2022, scoperto un'ennesimo lager-comunità sul litorale laziale, dove gli anziani erano sottoposti ad ogni tipo di violenza.

Anziani picchiati, minacciati, latte diluito con l'acqua, sedati dalla mattina alla sera, per impedire loro di uscire dalle loro stanze, questo è quanto emerso dall'indagine portata avanti dai Carabinieri Nas di Roma.

Eseguite 3 ordinanze di custodia cautela degli arresti domiciliari nei confronti di 3 persone, e misure interdittive, con il divieto temporaneo dell'esercizio professionale per altre 2 persone.

Sette i decreti di perquisizione disposti dalla Procura di Velletri.

Le indagini correlate da intercettazioni ambientali audio e video, hanno evidenziato che i responsabili di tali condotte, erano i proprietari della struttura, ed i dipendenti.

I reati contestati agli indagati sono : reiterate condotte vessatorie fisiche e verbali nonché continue intimidazioni anche mediante strattoni, percosse, insulti, minacce e lancio di oggetti.

Ed inoltre omissioni delle cura agli ospiti, somministrazione massiccia di farmaci sedativi, senza una reale necessità, e senza attenersi ad alcun piano terapeutico.

Gli anziani ospiti della struttura lager, venivano sedati pesantemente, affinché non facessero richieste di assistenza, consentendo agli operatori sanitari di dormire indisturbati.

Altre accuse a carico della struttura : omesso approvvigionamento di generi alimentari e beni di prima necessità.

Il latte infatti veniva diluito con l'acqua, al fine di poter lucrare al massimo, dall'attività della struttura.

Ed inoltre inesistenti pure le attività ricreative, costringendo gli anziani a restare nelle loro camere dalle ore 18:00, fino al mattino successivo.

Dalla stessa Categoria